Archivi tag: politica

L’idiozia al potere

E così oggi scopriamo che il risparmio parcheggiato nei conti correnti ha raggiunto livelli massimi dal 2010.

Molti attribuiscono le cause di questa situazione ai tassi praticamente negativi su titoli di stato. 

Quello che nessuno si rischia a ipotizzare è che possa esserci un legame con la demenziale politica fiscale imposta dallo stato ai cittadini a base di tasse creative sulle mutande rosse o con tasse espropriative su immobili che hanno portato un’ecatombe sia nel mercato immobiliare che nelle piccole attività produttive che una volta erano l’ossatura economica del paese e che ora sono ridotte a supporto per cartelli “vendesi” o “affittasi”.

Il fatto di aver utilizzato i beni immobili degli italiani come bancomat per il fisco nettandosi le terga con l’articolo della costituzione che parlava di “capacità contributiva” dev’esser parso assolutamente normale per una classe politica nominata come si faceva alla corte di Versailles ma, purtroppo per i nostri nobilastri medioevali, s’è scontrato con quello che potremmo definire un ostacolo inamovibile: la realtà dei fatti.

Infatti, se da una parte poteva esser sensato ridurre la propensione a investimenti immobiliari in un paese che almeno da 50 anni è cresciuto su Bot e mattone, dall’altra ha rappresentato un brusco arresto su iniziative di investimento che forse doveva esser molto più graduale, probabilmente offrendo alternative agli immobili piuttosto che metter il pizzo sulle case di proprietà degli altri come nemmeno la mafia si sogna di fare.

Queste politiche idiote si sommano a certo ecologismo radical chic che predica di non consumar suolo e che puntualmente si trova a far figure idiote a ogni pioggia che erode terreno come ha sempre fatto la natura.

Perché la risposta non può certo esser meno costruzioni in un paese di impianto medioevale e oltretutto costruito su terreno sismico.

Oltretutto aver tassato selvaggiamente immobili ne ha ridotto la redditività andando a intaccare le manutenzioni con crolli ormai continui in molte città italiane.

Ma questi sono gli anni dell’idiozia al potere e se pur non verrà un diluvio a spazzarla via basterà attender per guardar tutto quello costruito dai nostri avi andar in polvere per mantener gli stipendi dei proci al potere.

Almeno finché dura.